Mi sposo

Pubblicato il 29 dicembre 2014 da antonella landi

Alla bancarella degli americani trovo un abito da sposa. Usato. Bellissimo. Non di quelli a bomboniera. Un abito liscio, elegante, sobrio, raffinato, in raso di seta, lungo fino ai piedi, con uno strascico accennato dietro, un drappeggio discreto sul decolté e un fiocco morbido di organza sulla schiena, resa nuda da finissime spalline. Zero perle, perline, strass, pizzi e decori.
“Quanto lo fai?”
“Una cazzata se lo confronti al suo valore artigianale.”
“Guarda qui però: c’è un buchino.”
“Ti faccio un ulteriore sconto. Trova una sarta, portalo in lavanderia e torna nuovo.”

Ora posso sposarmi.
Nell’attesa di individuare il giorno adatto, lo indosserò per la notte di Capodanno.
Abbinato alla mia vestaglia leopardata di peluche.

Comments are closed.