Il film giusto al momento giusto

Pubblicato il 30 luglio 2015 da antonella landi

Lo stesso film preso in un momento non ti dice niente, preso in un altro grida guardami, sono un capolavoro.
Chissà cosa mi avrebbe detto Youth-La giovinezza, se lo avessi visto a 30 anni (ipotesi assurda perché è uscito a maggio scorso), se lo avessi visto mentre mia madre era ancora viva (ipotesi remota perché è morta), se lo avessi visto in uno stato d’euforia (ipotesi improbabile perché sto di merda).
Fatto sta che ieri notte, inghiottita dal boschetto del cinema all’aperto Chiardiluna, sovrastata da nuvole ciccione che giocavano a rincorrersi imbiancate da una luna grassa, rinfrescata da quel vento perfetto a cui esporrei perennemente il mio corpo che passa l’estate ad aspettare l’inverno, il nuovo film di Sorrentino è stato la medicina perfetta di cui avevo bisogno, e mi ha detto le parole che volevo ascoltare, e mi ha fatto scappare dalla vita per due ore e mezzo, e quando poi ci sono ritornata non ero più quella di due ore e mezzo prima.

Comments are closed.