Il libro giusto al momento giusto

Pubblicato il 31 luglio 2015 da antonella landi

Un uomo che mi conosce molto bene mi ha raccontato che, nei giorni in cui suo padre stava per andarsene per sempre, gli capitò tra le mani un libro di Yehoshua e si accorse che era il libro perfetto per un momento come quello.
“Ma non L’amante, non il Viaggio alla fine del millennio, non La sposa liberata, e nemmeno Fuoco amico. Non i romanzi, insomma. E nemmeno i racconti. Ma neanche i saggi. Una pièce teatrale. Possesso. Lo conosci?”
No, non lo conoscevo.
“Passa da me che te lo presto.”

Forse in un altro momento Ezra Saporta mi sarebbe passato indifferente tra le dita.
Invece si è fermato e mi ha detto che non solo l’unica a provare ciò che provo.
Del resto, non si legge per questo motivo?

“Lasciamo liberi i vivi,
prendiamo congedo dai morti.”

Comments are closed.