Finalmente

Pubblicato il 9 dicembre 2015 da antonella landi

Eravamo dirimpettaie di pianerottolo da piccine.
Siamo cresciute insieme fino a un certo punto dell’adolescenza.
Poi abbiamo imboccato strade diverse e ci siamo perse.
Ci siamo ritrovate questa estate al funerale della mamma.
Ci siamo promesse che non ci saremmo perse più.
Da quel giorno ci siamo sempre scritte.
Oggi ci siamo riviste.
Finalmente.
Un abbraccio lungo il Pecci, due bottiglie di champagne, una casa da sogno, un cane morbidissimo, un armadio infinito, una cucina da perdersi, un terrazzo in ogni stanza, un giardino oltre ogni terrazzo, due alani abbaioni, un parquet bianco e consumato, un gatto che si chiama Giorgio, venti foto da commentare, cento oggetti da guardare, un buffet solo per noi, un tappeto su cui stenderci, due scatole di ricordi da svuotare, cento confidenze da farsi, un milione di risate per unirci, due pisciate a porta aperta per non interrompere il discorso, un uomo che torna dal lavoro ed è contento di vederci insieme, una cena consumata in tre, una serata di sorrisi, un viaggio di ritorno in una nebbia da tagliare con l’accetta, una testa di ricordi nuovi da conservare accanto a quelli di quarant’anni fa.

Comments are closed.