La scusa più assurda del mondo

Pubblicato il 19 maggio 2016 da antonella landi

Durante la correzione delle domande sui Promessi sposi, lei confessa di averne fatte 8 su 10.
“E perché?”
“Perché quando ce le ha dettate ho finito la pagina e le ultime due non ci sono entrate.”
“Stai scherzando, vero?”
“Nonò, è la verità.”
Sono solo le 8 di mattina e mi ritrovo alterata come alla fine di una giornata lunga pesa e storta: alzo la voce e inizio a dire che finito un foglio ce n’è sempre un altro, che se non c’è si chiede a quello accanto, che in alternativa esiste il diario, che alle brutte c’è sempre il banco (che poi va ripulito), che uno non si dovrebbe neanche sognare di portare certe argomentazioni, ma soprattutto che una scusa così assurda in 25 anni di insegnamento non me l’ero mai sentita raccontare.
“Be’, almeno oggi può scriverla nel blog!” esclama Pierino Porcospino bello sorridente.
“NO! INVECE SUL BLOG NON CE LA SCRIVO!” grido nervosissima.

Ora però m’è passata, ce la scrivo.

Comments are closed.