Ceralacca

Pubblicato il 7 luglio 2016 da antonella landi

Oggi abbiamo finito di esaminare una classe (niente paura, ne rimane un’altra).

“Procediamo con la chiusura del pacco!” annuncia il presidente della commissione.
“Prendo il foglione gigante per impacchettare.”
“Mettiamo dentro la prima, la seconda e la terza prova.”
“Mettiamo anche i verbali degli orali.”
“E il foglio con le firme.”
“Certo. Ecco qua. Tutto dentro.”
“E ora impacchettiamo!”
“Scocciate bene tutto.”
“E mettiamo lo spago?”
“Certo, legate tutto con lo spago.”
“Ecco fatto.”
“Bene, adesso andiamo con la ceralacca.”
“Va scaldata.”
“Presidente, ha portato la candela da casa?”
“Certamente: un bel cero dell’Ikea.”
“Accendiamolo.”
“Direi di procedere così: prima faccio colare la ceralacca nel vasino di alluminio.”
“Perché?!”
“Perché così la ceralacca si scioglie, viene raccolta, e poi la verso sullo spago per il timbro finale.”
“Ma scusi, non è più semplice farla sciogliere direttamente sopra il pacco?”
“No, si fa un pasticcio e insieme alla ceralacca cola anche la cera del cero.”
“Mah, io ho sempre fatto in quell’altro modo.”
“Anch’io.”
“Anch’io.”
“Anch’io.”
“E io no, per cui si fa come dico io, fidatevi, vedrete come si fa bene.”
“Sarà, ma qui ci vòle una giornata.”
“E’ vero, non si scioglie nulla.”
“Via, abbiate pazienza, ci vuole un po’ di tempo.”
“Ma la ceralacca sciolta poi non si risolidifica dentro il vasino?”
“No, vi dico che funziona.”
“Questo cero secondo me non scalda.”
“Vedrai, è un cero dell’Ikea…”
“Avete un’altra candela?”
“Ce l’ho io, l’ho portata da casa mia.”
“Brava, accendiamo anche quella.”
“Stai a vedere se non si piglia foco, eh.”
“Si va a finire sulla Nazione: commissione incauta appica incendio benché involontario a istituto superiore fiorentino.”
“Ahahahah!”
“Ahahahahah!”
“Ahahahahahah!”
“Fate le serie, commissarie.”
“Presidente, io glielo dico, tra un po’ arrivano i candidati della seconda classe da esaminare.”
“E aspetteranno. Il pacco va chiuso in tutti i modi.”
“Ci siamo con codesta ceralacca? Io son pronta con il timbro.”
“Ecco, scaldo ancora un po’ e poi verso.”
“Via, versiamo, si fa notte.”
“Eccomi, allora, pronte? Vado.”
“Vada vada.”
“Ma se unne scende nulla!”
“Scende scende.”
“Io non vedo nulla.”
“Eccola, eccola!”
“Capirai, un gocciolino…”
“Aspettate, prendo un aggeggio per spingere giù la ceralacca!”
“E cosa prendi?!”
“Il tappino della bic!”
“Ma stai bonina, si squaglia!”
“Allora la grappetta di metallo?”
“Ma no, stai ferma, non funziona!”
“Ecco, ho trovato! La costola di questa tesina!”
“Ma non fa presa, stai bona!”
“Ecco, attenzione, sta colando!”
“Mh, l’è pochina però.”
“Presidente, qui s’è fatto un po’ a miccino…”
“Vai, pigia col timbro!”
“Io pigio, ma non assicuro niente.”
“Vai, tira su, facci vedere cosa è venuto.”
“Un troiaio.”
“Va bene, va bene, tranquille, va bene così. E ora da capo.”
“Come da capo?! O presidente, si fa tardi!”
“Le direttive parlano di due colate, non di una.”
“Ma chi li aprirà mai questi pacchi?!”
“Nessuno forse, ma bisogna fare tutto a modo.”
“Allora giù, ripartiamo col riscaldamento.”
“Scusate, ma questa volta si può fare a modo mio?”
“Vi dico che s’impiastriccia tutto il pacco e cola la cera del cero.”
“Pace! E noi la si fa colare!”
“Ma piglia foco il pacco!”
“Mannò, fidatevi, ho lavorato anche alle poste, prima di fare l’insegnante!”
“Allora diamo retta a lei, via.”
“Pronti? Vai, scalda direttamente la ceralacca sul paccone.”
“Che vi avevo detto? Cola la cera, non la ceralacca!”
“Abbiate un po’ di pazienza, ora arriva anche la ceralacca!”
“A me mi par che non arrivi nulla.”
“Eccola, eccola, la cola!”
“Ecco la prima gocciolina!”
“Svelte, la si rassoda, la indurisce subito!”
“State calme vi dico! Anche se la si rassoda, ce ne butto sopra ancora di quella calda e si riammorbidisce tutto!”
“Ora si piglia foco tutti.”
“Sei pronta te col timbro?”
“L’è un po’ e via che sono pronta.”
“Ecco, ancora un po’, vai… vai… vai… Vai, pigiacelo forte sopra!”
“Evvai!”

Tanta fatica coi verbali online, coi computer, con le stampanti, con la tecnologia.
E poi, nel 2016, ci fanno fare ancora il bricolage.

Comments are closed.