I sette padri

Pubblicato il 27 novembre 2016 da antonella landi

Nell’anno 1246 sette amici, tutti mercanti (Bonfiglio, Amadio, Buonagiunta, Manetto, Sostegno, Uguccione e Alessio), presero una decisione: si molla tutto e ci si ritira in punta a un monte.
Prima si stabilirono a Cafaggio, fuori dalle mura di Firenze, e lì cominciarono a vivere da fratelli aiutando i poveri, i malati e i carcerati.
Dopo qualche tempo il vescovo Ardingo ereditò dal ricco Giuliano da Bivigliano, della famiglia degli Ubaldini, “una ottava parte del castellare e della selva del Monte Asinario” e decise di girare il possedimento ai sette amici.
Nacque in questo modo il Santuario del Monte Senario, in Toscana uno dei più celebri per santità di memorie, per l’incantevole posizione, per l’aria balsamica delle sue abetaie e dei suoi boschi.
Dista da Firenze 18 chilometri.
Sorge a 817 metri sul livello del mare.
Ci si può camminare, pregare, prendere un caffè, comprare qualche numero della pesca di beneficenza, contemplare il panorama, mangiare un panino, chiedere a se stessi come faccia la natura a generare tanta bellezza, fare la pipì sopra le foglie di castagno.
Oggi, primo giorno di freddo vero, mentre a valle la nebbia sembrava il mare, ci abbiamo trovato un solicino mite e rincuorante.

IMG_4339

Comments are closed.