Rincoglionimento

Pubblicato il 15 dicembre 2016 da antonella landi

In due classi diverse ho due studenti che si chiamano Mattia.
Convenzionalmente, li chiameremo Mattia R e Mattia M.
“Buongiorno, sono la mamma di Mattia M.”
Io però (non so perché) visualizzo istintivamente Mattia R.
“Signora! Non la riconoscevo, mi scusi!”
“Lo credo che non mi riconosce: non ci siamo mai viste. Sa, prima di oggi non sono mai potuta venire a parlare con i professori e anzi me ne scuso…”
“Ma cosa dice signora, l’anno scorso ci siamo conosciute e abbiamo fatto anche una bella chiacchierata!”
“No professoressa, si sbaglia. E’ la prima volta che vengo ai ricevimenti.”
“Signora, mi ricordo benissimo, l’ho ricevuta una mattina in ottagono.”
“Non è possibile, davvero.”
“Ma come no! Abbiamo parlato di Mattia, mi ha raccontato un sacco di cose interessanti e utili per capirlo meglio!”
“Ma guardi professoressa che si sbaglia, mi dispiace…”
“Sono sicurissima! Parlammo molto anche di lei e della sua professione. Lei è giornalista, vero?”
“No. Io lavoro in Regione.”

Che la senilità si avvicina a gran falcate non si vede solo dalle rughe.

Comments are closed.