Festa senza sorpresa

Pubblicato il 20 dicembre 2016 da antonella landi

Il Cece mi scrive un messaggino in privato.
“Salve prof, senta, a nome della classe vorrei chiederle una cosa: avremmo organizzato una festa a sorpresa per lei nelle sue ore visto che domani è il nostro ultimo giorno insieme prima delle vacanze di Natale. Tuttavia, per correttezza nei suoi confronti, abbiamo deciso di rinunciare all’elemento sorpresa consultandola prima di agire. Vorremmo portare schifezze varie e salutarci nello stile dell’anno scorso, quando facemmo la festa nel parco all’addiaccio. Lei cosa ne pensa?”

Penso che lo scopo della festa sia evitare subdolamente l’ora di lezione e l’ora di interrogazione.
Ma io, benché ruffiani, nutro una simpatia inguaribile per loro.
Ho detto sì.

Comments are closed.