Sospiri

Pubblicato il 23 aprile 2017 da antonella landi

Come doveva essere bello. Chissà com’era essere sua sorella. Come avrei voluto una biblioteca come la sua. Come avrei voluto vivere ai suoi tempi. Come avrei voluto conoscerlo di persona. Come avrei voluto essere amata da lui. Come avrei voluto poterlo amare. Come erano sciocche le donne che lo rifiutarono. Come avrei saputo sanare la sua malinconia.

La proiezione in classe de Il giovane favoloso è stata acusticamente compromessa da tutti i miei sospiri argomentati.

Comments are closed.