C’era tutto questo

Pubblicato il 21 luglio 2017 da antonella landi

C’era una strada un po’ dritta e un po’ curvosa, c’era un bocconcino di paese, c’era un viottolo in campagna. C’era una casa di pietra con una scala esterna stretta e ritta, con un bel salone, un caminetto, e un tappeto rosso; una cucina piccola piena di profumi nascosti e interessanti.
C’era un giardino con cipressi secolari, un noce mai potato con i rami quasi fino a terra, un rovo di more tra poco mature abbastanza per farci il liquore, un cespuglio di salvia liscia come il raso.
E c’erano due amiche con una canina scolorita che sono arrivate, hanno parcheggiato e si sono regalate una giornata di quel beato niente, qualche lettura ma non impegnativa, un po’ di parole ma non troppe, del buon cibo locale e genuino ma senza esagerare, una passeggiata ma senza faticare, nella calma di una giornata calda, nella lentezza di chi perde tempo, tanto il tempo (lo dice anche Rovelli) non esiste.

img_7028

Comments are closed.