La gioia e il dolore

Pubblicato il 24 luglio 2017 da antonella landi

“Non devi dire così, non devi neanche pensarlo. Non puoi pensare di aver sbagliato a dire di sì al Moro e ad accettare di tenere Vanda. Il mese di luglio ti è volato, siete state felicissime insieme. Ma la vita non è fatta solo di gioie. E quando si ama tanto qualcuno o qualcosa, bisogna essere disposti a prendere la gioia che verrà da quell’amore, ma anche il dolore. Non puoi rinunciare a provare e dare amore, per paura di soffrire. Pensi davvero di poter evitare la sofferenza? E poi, nel nome di che tipo di vita? Una vita al sicuro dal dolore, ma anche priva di tutta la gioia che lo precede o lo segue, insomma, che inevitabilmente lo accompagna.”

Diceva così, mentre io piangevo e tiravo su col naso, maledicendo me stessa per aver detto sì al Moro ed essermi presa una responsabilità così grossa.
Mentre lo ascoltavo mi sono accorta che nella vita ho rinunciato a grandissime gioie, per la paura di possibili dolori.
E ho pianto ancora di più.

Comments are closed.