Stiamo tutti bene

Pubblicato il 22 giugno 2018 da antonella landi

Non so come siano andate esattamente le cose. I giorni sono diventati settimane, le settimane quasi un mese e io non ho più scritto. Prima l’infezione di Bobi, poi il mio colpo della strega per averlo sollevato troppe volte quando non riusciva a camminare, gli ultimi giorni di scuola, la burocrazia da espletare, gli adempimenti finali da assolvere, e quindi gli scrutini, l’addio all’amata quinta, la guerra interiore per la tristezza di vederli andare e la gioia di immaginarli in giro liberi per il mondo a costruirsi la vita, la nostra ultima cena di classe, il loro ultimo tema letto a voce alta in mezzo al pianto, le uscite serali coi colleghi nel localino nuovo lungo l’Arno, e infine la partenza del carrozzone della maturità, l’insediamento della commissione e la scoperta che è composta da persone amabili e corrette, le telefonate e i messaggini audio ai miei studenti che non sarò io a interrogare, il primo compleanno di Bobi festeggiato nella settimana al mare nella casa dentro il bosco incantato noi quattro tutti insieme come nel nostro tempo lontano e felice.
Insomma, gli argomenti (compresa la sessantaduesima ed ultima puntata di Breacking Bad) non mancavano.
Eppure il tempo è scivolato tra le dita ed è quasi la fine di giugno.
Il miracolo della scrittura però prevede anche la possibilità di tornare indietro nelle ore, nei giorni, nelle settimane e quasi un mese, per raccontare tutto in ordine e con calma.
Intanto rassicuro chi mi ha scritto mail private per sapere come sta Bobi.
Bobi sta benissimo.
E quindi anch’io.

Comments are closed.