In vacanza con la moglie

Pubblicato il 7 luglio 2018 da antonella landi

I giornali oggi hanno pubblicato la notizia di un uomo che, rimasto vedovo, ha portato con sé la foto incorniciata della moglie a Gaeta e ogni mattina la piazza su un muretto verso il mare per contemplarlo insieme a lei.
Capirai.
Mio padre, da quando la mamma non c’è più, ogni volta va in Calabria nella casetta che comprarono trentacinque anni fa, prende l’urna lignea con le ceneri e se la mette accanto in macchina, fanno il viaggio insieme e quando arriva la sistema sul comodino accanto al letto, con dei fiorellini freschi intorno.
Mentre guida, fa attenzione ad addolcire le curve perché Sgomèa era debole di stomaco e spesso “faceva i gattini” (vomitava gli occhi, n.d.r.).
Di tanto in tanto aggiorna me e il Rondine con foto in simultanea, attribuendo alla mamma probabili pensieri e considerazioni, raramente serie.
Una volta andò in Calabria con un ospite e mise l’urna nei sedili posteriori. A me e mio fratello scrisse “la mamma l’ha presa malissimo e ora è incazzata nera”.

43c767f0-88b9-48fa-b488-2737b5735f74

Comments are closed.