Con la scusa di Sergio Toppi

Pubblicato il 21 ottobre 2018 da antonella landi

Nella Gipsoteca dell’Artistico di Porta Romana è stata inaugurata ieri mattina la mostra dedicata a Sergio Toppi, celebre fumettista e illustratore italiano. Nato a Milano nel 1932 e lì deceduto nel 2012, Toppi ha esordito negli anni Cinquanta collaborando con la Utet. Ai fumetti è arrivato nel 1966, su Il Corriere dei Piccoli, per il quale realizzava i famosissimi soldatini di carta (memorabili la serie sul Far West e quella sui cavalieri medievali). Iniziava così un periodo fitto di collaborazioni: Sgt. Kirk, Linus, alter alter, Il Giornalino, Il Mago, Corto Maltese, L’Eternauta, Comic Art, Ken Parker, Nick Raider.
Nel 1984 creava il Collezionista, unico personaggio fisso della sua carriera.
Numerose le sue presenze a Lucca Comics.

Con la scusa della mostra, Attrice e Cocchino (attualmente iscritti alla Nemo) hanno fatto timida irruzione nella loro ex scuola, hanno visto le migliorie estetiche realizzate nei mesi estivi dalla ditta incaricata, hanno percorso le scale e i corridoi calpestati per cinque lunghi e amorosi anni, e sono venuti in cerca di noi, loro docenti di un memorabile triennio.
Poi uno dice: perché quest’anno c’hai sempre gli occhi gonfi?

Comments are closed.