Io, Marley e loro

Pubblicato il 24 novembre 2009 da admin

Decidi di iniziare l’anno scolastico partendo dalla sezione dell’antologia di Italiano dedicata al rapporto tra l’uomo e gli animali?

Fai bene. E’ irrinunciabile sensibilizzare l’animo dei ragazzi all’amore per tutti gli esseri del creato, specie in questi tempi di spietatezza e insensibilità.

Cominci dalle fiabe di Fedro ed Esopo per passare a Italo Calvino, quindi toccare Thomas Mann, attraversare Italo Svevo, leggere Stefano Malatesta, presentare Rudyard Kipling e quindi concludere con Alberto Asor Rosa?

Fai benissimo. La panoramica letteraria è ben costruita e servirà loro a toccare con mano una delle più inconfutabili verità: solo chi ama profondamente gli animali possiede l’animo sufficientemente nobile per afferrare il senso della vita e, eventualmente, dedicarsi all’arte.

A conclusione del piacevole lavoro di due mesi butti là l’idea di guardare insieme Io e Marley, il film di David Frankel che tu non hai mai visto (e neanche loro), tratto dall’omonimo best seller firmato dal noto giornalista John Grogan, in cui si racconta la storia della sua famiglia, ma più che altro del labrador a pelo giallo a cui viene dato come nome il cognome di Bob Marley?

Fai un errore colossale. Uno sbaglio gigantesco.

Perché quello che non sai è che la tua Classe Diesel è anche un autentico esempio di Classe Animalista. Nessuno, in quella classe, vive senza un animale in casa. Ciascun alunno ha come minimo un gatto. Come massimo, un mezzo parco naturale a conduzione familiare. E, appunto per questo, nessuno di loro è estraneo all’esperienza terribile e angosciante della perdita di un animale.

E’ stato tutto lì, l’errore.

Non aver previsto la tragedia emotiva che quel filmaccio americano avrebbe scatenato in classe nelle ultime due ore di un altrimenti placido lunedì mattina.

Un cane non se ne fa niente di macchine costose, case grandi o vestiti firmati. Un bastone marcio per lui è sufficiente. A un cane non importa se sei ricco o povero, brillante o imbranato, intelligente o stupido. Se gli dai il tuo cuore, lui ti darà il suo.

Di quante persone si può dire lo stesso?

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>