Finalmente, Dante

Pubblicato il 12 febbraio 2009 da admin

Giorno più giorno meno, era un anno fa quando finimmo di lavorare al video (presente in questo sito nella sezione “scuola”) con cui prendere parte al Concorso Nazionale dedicato a Dante Alighieri.

Facemmo delle corse impressionanti per presentare un prodotto valido e rientrare nei tempi imposti dalla commissione.

Commissione che, contrariamente a quanto aveva annunciato sul bando, sforò la prima scadenza per la pubblicazione dei risultati, poi bucò la seconda, quindi perforò la terza e successivamente sfondò la quarta.

Fino -un bel giorno- a fracassarci talmente la pazienza (oltre alla zona peritesticolare) che le speranze di ciascun partecipante si sgonfiarono (analogamente alla succitata zona) per lasciare il posto a una delusa amarezza dal sapore insopportabile.

Perché quel lavoro era costato impegno, fatica e tempo.

Ovviamente non retribuito.

Ma più che altro perché aveva coinvolto, emozionato, imbenzinato quasi, l’animo dei nostri ragazzi, autori e attori per una porzione di anno scolastico, estimatori e amanti del Sommo concittadino dall’aria incazzata ma dalla dolcissima poesia, per poi lasciarli lì come tanti bischeri a chiedersi dove fosse, negli adulti, tutta quella serietà che essi stessi pretendevano da loro.

Oggi, con nove mesi esatti di ritardo, la commissione si è pubblicamente espressa sul sito ufficiale dell’Indire.

Comunicazione del Presidente della Commissione giudicatrice
del Concorso “Leggere Dante nella scuola”

Il concorso “Leggere Dante nella scuola”, bandito dal Ministero dell’Istruzione,
dell’Università e della Ricerca nel novembre del 2007, ha coinvolto circa 500 scuole dei tre ordini:
Primaria, Secondaria di I grado e Secondaria di II grado (dei più diversi indirizzi, dagli Istituti
Professionali ai Licei Classici).
La prima selezione degli elaborati, compiuta dalle Commissioni regionali, ha individuato
165 elaborati degni di attenzione per la scelta finale dei meritevoli dei premi previsti. La
Commissione giudicatrice nazionale, presieduta dal prof. Francesco Sabatini, Presidente
dell’Accademia della Crusca, in molteplici riunioni dedicate alla lettura degli elaborati scritti,
all’esame dei materiali grafici e alla visione dei prodotti audiovisivi e digitali, ha riscontrato un gran
numero di elaborati di alta qualità per originalità di impostazione, ricchezza di dati, attiva
partecipazione degli alunni e appropriata regìa dei docenti. Questo risultato dimostra la permanente
capacità dell’opera dantesca di parlare direttamente alla fantasia e al bisogno di conoscenza dei
ragazzi e dei giovani d’oggi, e conferma il secolare giudizio dell’alto valore educativo presente nel
poema, non solo per la varietà e la profondità dei contenuti, ma per la potenza del suo linguaggio
originale, che ha ispirato anche straordinarie interpretazioni figurative ad artisti di ogni epoca e in
ogni parte del mondo. L’alta qualità di molti elaborati è data proprio dall’accostamento del
linguaggio dantesco con il linguaggio delle opere pittoriche.
Il desiderio di premiare il più alto numero possibile di elaborati meritevoli ha indotto la
Commissione ad attribuire una nutrita serie di ex-aequo. Sono stati attribuiti a nome del MIUR i
seguenti premi:

SCUOLA PRIMARIA

1° Premio, ex aequo a:
“G. Puccini”, Montecarlo (LU)
“Fratelli Pagliero”, San Maurizio Canavase (TO)

2° Premio, ex aequo a:
“Ugo Bassi” Civitanova Marche (MC)
Scuola Primaria di Cesi Paese   (TR)

SCUOLA SECONDARIA DI  I GRADO

1° Premio, ex aequo a:
SMS “A. Vivaldi” Torino
SMS “Dante Alighieri” Catona (RC)

2° Premio, ex aequo a:
SMS “A. Gramsci” Firenze
SMS “Marie Curie”  San Fermo della Battaglia (CO)

3° Premio, ex aequo a:
I.C. Viale Marconi  Castrocaro Terme (FO)
I.C. di Motefortino Amandola (AP)

SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO

1° Premio a:
Liceo Scientifico “Maironi da Ponte” Presezzo (BG)

2° Premio, ex aequo a:
Liceo Classico “Virgilio”, Roma
Liceo Classico “Stellini”, Udine

3° Premio, ex aequo a:
Liceo Scientifico “Cattaneo”, Follonica (GR)
Liceo Scientifico “Marconi”, Pesaro

4° Premio, ex aequo a:
Liceo Scientifico “Galilei”, Voghera (PV)
Liceo Classico “Sylos”, Bitonto (BA)

Ad accrescere opportunamente il numero di riconoscimenti è intervenuta l’Accademia della Crusca,
che ha indicato come meritevoli di una menzione speciale i concorrenti dei seguenti Istituti
Scolastici:

SCUOLA PRIMARIA
Menzioni speciali dell’Accademia della Crusca, a:
I.C. di Conselice (RA)
I.C. di Calimera  (LE)
I.C. di Apecchio (PU)
C.D. “Don Bosco” Bastia Umbra (PG)
D.D. di Casteldaccia  (PA)
D.D. “Madonna di campagna”  Bastia Umbra (PG)
C.D. “D’Ovidio” Campobasso
I.C. “Fratelli Pagliero” di San Maurizio Canavese (TO)

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO
Menzioni speciali dell’Accademia della Crusca, a:
I.C. “G. Gaudiano” Pesaro
SMS “Irnerio” Bologna
I.C. “A. Diaz” e SMS “Anna Frank” Meda (MI)
I.C. “G. Gonnelli” e SMS di Montaione  (FI)

SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO
Menzioni speciali dell’Accademia della Crusca, a:

Istituto Tecnico per le Attività Sociali “Sereni”, Roma
Liceo Classico “Stellini”, Udine
Liceo Classico “Tacito”, Terni
Liceo Scientifico “Torricelli”, Somma Vesuviana (NA)
Istituto Tecnico Periti Aziendali e Corrispondenti in Lingue Estere  di Omegna (VB)
Liceo Classico “Dante”, Firenze
Liceo Scientifico “Einstein”, Teramo (elaborato della IV A)
Liceo Scientifico “Einstein”, Teramo (elaborato della IV E)
Liceo Socio-Psico-Pedagogico “Carducci”, Trieste.

Il Presidente del Comitato Nazionale
Prof. Francesco Sabatini

Con le lacrime agli occhi e con la speranza che passino ancora di qui, abbraccio virtualmente i diciassette ragazzi con cui ho trascorso i tre anni più incredibili e indimenticabili della mia vita scolastica e mi congratulo per il loro secondo posto.

Contemporaneamente, ne approfitto per indirizzare una pernacchia in dolby surround a quelle megere inacidite delle mie ex colleghe della scuola media e a chi -al vertice- avrebbe dovuto sostenere e incoraggiare il nostro lavoro e invece scandalosamente non lo fece mai.

Comments are closed.