Noi, domani

Pubblicato il 26 febbraio 2010 da admin

L’Antologia del biennio è divisa in sezioni e ogni sezione ha per soggetto il pronome di prima persona plurale.

Noi.

Attaccato al noi c’è sempre qualcosa di diverso.

Noi e la società.

Noi e la lettura.

Noi e gli animali.

Noi e gli altri.

Coi primini stiamo uscendo da una full immersion in Noi e l’amore, parentesi passionale e romantica, tenera e libidinosa, che ha scioccato i maschi (al momento digiuni e  inesperti), fornito alle femmine (che nel loro piccolo hanno cominciato a navigare) le conferme di cui erano in cerca, e divertito moltissimo la sottoscritta.

Sono usa concludere ogni sezione con la proiezione di una pellicola a tema.

“Profe! Domani allora si guarda i’ filme!”

“Certo, domani sospensione del culturale, ci si dà al ricreativo.”

“E icché si guarda, icché si guarda, icché si guarda? Giù, la ce lo dica!”

“No: sorpresa.”

“Macché sorpresa, profe! Venga via, ci dia un’anticipazione!”

“No.”

“Via profe, la ‘un ci faccia patire!”

“Sorpresa.”

“Profe, le su’ sorprese le ci terrorizzano… la ‘un ci rifilerà miha una mattonaha di quelle che garban solo a lei?”

“Spero di no e credo che il film di domani vi piacerà, perché i protagonisti sono un ragazzo e una ragazza che condividono una grande passione e che s’innamorano.”

“Ma icché l’è, Tre metri sopr’i’ cielo?”

“No.”

Amore 14?”

“No.”

Scusa ma ti chiamo amore?”

“No.”

“Ma almeno la ci dica se va a finire bene!”

“Non dico niente.”

“Ma a letto insieme ci vanno o no?”

“Non anticipo nulla.”

“Ma si vede qualche scena forte di movimento tra le lenzuola o l’è tutto uno sdorcinìo?”

“Prima vedrete, e poi ne parleremo.”

“Perché, la ci fa fare la scheda di homprensione, dopo?”

“Non ci penso nemmeno.”

“Ah, menomale… te lo rihordi alle medie cheppalle con quelle schede di homprensione? Maremma…”

“Tranquilli, niente scheda: solo chiacchiere tra di noi.”

“Strabello! Insomma, che filme l’è, profe?”

E’ un meraviglioso film d’amore e musica, la passione che avvicina i due ragazzi.

I due si conoscono per strada e percorrono insieme un pezzo di vita.

Sono poveri ma hanno un talento prezioso.

Scommettono tutto sul loro sogno.

Il loro sogno si avvera.

Finisce male.

E non si baciano nemmeno in un fotogramma.

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>