Nì nài nài!

Pubblicato il 22 gennaio 2011 da admin

Ora di Narrativa.
C’è voluto del tempo, m’è toccato fare tante prove (tutte fallite, a partire dai testi di Pennac a L’uomo che piantava gli alberi di Jean Giono, passando per quel mattone di Dottor Jeckill e Mister Hyde di cui mi è sempre sfuggito il valore letterario), ma alla fine l’ho spuntata. O meglio, l’ha spuntata lui: Italo Calvino.
La sua raccolta di Fiabe italiane sbaracca, tra i miei alunni cinesi, che aspettano la storia del giorno con lo stato d’animo con cui s’attende un regalo.
“Grammatica o fiaba?”
“FIABA!”
“Articolo di giornale con clamorosa notizia cinese o fiaba?”
“FIABA!”
“Brano antologico su caldo tema adolescenziale o fiaba?”
“FIABA!!!”
Sicché ce ne siamo bell’e lette un’abbondante manciata, tra curiosi commenti conditi da consuete risate.

“Oggi vi leggo la fiaba intitolata Il palazzo delle scimmie.”
“Eheheheh… scimmie!”
“Sì, Fang Fang: scimmie. Sai cosa sono?”
“Oh, certo che lo so: ne abbiamo una in classe!”
“Una scimmia in classe nostra?! E chi sarebbe?”
“Lui!”

Lui (un carattere fantastico ma un profilo che in effetti vagamente rievoca) si gira, la incenerisce con lo sguardo e, con voce resa metallica dallo sdegno, sibila: “Nì nài nài!”
Tradotto alla lettera: “Tua (nì) nonna (nài nài)”.

Sarà stata un’illusione acustica, ma in lontananza m’è parso di sentir ridere anche Calvino.

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>