Disincanto

Pubblicato il 24 maggio 2011 da admin

“Riprendiamo la novella boccaccesca di Lisabetta da Messina e cerchiamo di studiarla un po’ più a fondo, ci state? Ci sono quei tre fratelli da psicanalizzare per esempio. E poi quell’attrazione tra lei ricca bella e benestante e lui servo subalterno e socialmente inferiore. E quell’amore fortissimo e profondo che va oltre la morte e, anzi, alla morte conduce. Cosa ne pensate?”
Braccio alzato.
“Dimmi caro.”
“Amole no esiste. Facciamo altla lezione.”

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>