L’unico neo

Pubblicato il 25 giugno 2011 da admin

Da tre anni sono la zia di Francesco Landi, due fanali azzurri come occhi, un tulipano rosa al posto del naso, un rubino anziché una bocca. Due gamberelle secche e ipercinetiche, una voce argentina, un cervellino vigile e funzionante, un cuore comico. Se lo inviti a cena, non mangia una sega. Se ci giochi a carte, frega. Se gli presenti il gatto di casa, lo pedina con una certa discrezione. Se il 24 giugno gli fai vedere i fochi di San Giovanni dal quinto piano di un appartamento fiorentino, dice zia sembra di essere a Baghdad. A Formentera ha imparato a nuotare, nel paese dove vive va a scuola d’inglese. E’ bellissimo e sta simpatico persino a una rognosa come me.

Però se non impara a padroneggiare il congiuntivo non si va da nessuna parte.

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>