Non ho il fisico

Pubblicato il 29 settembre 2011 da admin

Nella scuola dove insegno c’è una collega di Italiano che mi piace un sacco. Ha la fama di essere severa, rigida, inflessibile, “insomma tosta, tostissima, profe”. Io la guardo attraversare i corridoi, entrare in sala docenti, penetrare nelle classi, e la ammiro. Seria, tutta d’un pezzo, pochi sorrisi, pochi discorsi e via lavorare.
“Ma insomma, ragazze, ditemi: è davvero così tosta la vostra nuova professoressa di Italiano?”
“Tosta?! E’ tostissima, profe!” rispondono loro, che l’anno scorso erano mie alunne e adesso sono state smistate altrove per motivi di indirizzo.
“Fatemi capire, fatemi un esempio: cosa fa, cosa fa?” chiedo fremente di curiosità.
“Per dire, ci ha dato da leggere il romanzo Bianca come il latte rossa come il sangue in una sola settimana!”
“Una sola settimana?! E voi?”
“E noi lo abbiamo letto!”
“Tutti?! Anche i lazzaroni che l’anno scorso non studiavano un tubo, che non lessero Se questo è un uomo neanche in trenta giorni, e che alla verifica facevano regolarmente l’assenza strategica?!”
“Tutti, profe, anche loro.”

Mapporcamiseria, ma tu guarda questi, ma allora sono io che non sono buona, ma allora bisogna che mi faccia cattiva anch’io, bisogna che semini il terrore, che imponga anch’io una sola settimana per la lettura di un libro, altro che un mese, un mese?!, una torda sono stata, ecco cosa, furba mi devo fare, entrare in classe, dettare legge e vietare ogni tipo di accordo e negoziazione. Ora entro nella mia nuova classe, e mi sentono.

“Ragazzi, dunque, prima di iniziare la lezione desidero assegnarvi un libro in lettura domestica. Ecco, questo è l’autore, questo il titolo, questa la casa editrice, scritto?, bene, tra una settimana verifica.”

Non m’hanno lapidata con il tomo della letteratura di cinquecento pagine solo per non avere precoci guai con la giustizia.

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>