I ragazzi che si amano

Pubblicato il 22 marzo 2012 da admin

“Ragazzi, seguite con me i versi di Prevert:
I ragazzi che si amano si baciano in piedi
contro le porte della notte…

Cosa vi dicono queste parole?”
“Che i ragazzi hanno l’abitudine di baciarsi un po’ dove gli capita, anche fuori, appoggiati ai portoni delle case, di notte, ma secondo me anche di giorno!”
“In Cina lagazzi non baciano in pubbrico.”
“Ah no?! E perché?”
“Pelché è blutta cosa, non si fa: velgogna.”
“Anche in Italia qualcuno ha da ridire, soprattutto i vecchini, quegl’invidiosi! Ti vedono, si fermano, poi ti puntano il dito contro e cominciano a berciare e a criticare, vero profe?”
“Sì, è vero, io però me ne sono sempre infischiata.”
“Come! Lei si bacia per la strada?!”
“Il primo bacio tra me e il mio fidanzato, dieci anni fa, avvenne verso le nove la sera, in via San Niccolò angolo via dell’Olmo: era una sera di giugno e faceva molto caldo, io infatti indossavo un top legato dietro il collo, che lasciava nuda la schiena. Lui mi prese, mi appoggiò con una certa passionale veemenza al muro di una casa e mi baciò. Ma quella casa, in pieno centro storico, era molto vecchia, il muro era mezzo scrostato e a me si sbucciarono le spalle.”

Standing ovation, modestamente.
(Fatta eccezione per l’ala cinese, naturalmente.)

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>