L’angoscia e l’allegria

Pubblicato il 26 marzo 2012 da admin

Stamani alle dieci avevo appuntamento con un giornalista. L’ho fatto venire a scuola perché lì ero e lì dovevo restare. Così gli ho dato l’indirizzo e all’ora convenuta gli sono andata incontro al cancello. Lui è arrivato, ci siamo salutati, ha messo piede dentro il cortile e nel suo accento romano ha esclamato: “‘Mmazza che angoscia me prende a entra’ nelle scuole… Me paiono tutte così vecchie, così fatiscenti…”.

Sì, anche quella dove insegno io è vecchia, fatiscente e pure bruttina.
Eppure a me, ogni volta che ci entro, mi monta addosso un’inspiegabile allegria.

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>