Inviti a cena

Pubblicato il 29 marzo 2012 da admin

Lui è invitato dal Pìgola per l’infernale combinazione cena+partita.
Io ne approfitto subito per convocare alla mia mensa l’amica del cuore.
“Bambini, questa sera non ci sono -annuncia lei ai suoi figli di sei e nove anni- vado a cena dall’Anto. Saremo zingarissime!!!”
Loro esclamano un accorato “NON E’ GIUSTO!!!” ma comprendono, accettano, tacciono e la lasciano andare.
Per lei indosso il grembiule riservato solo alle Grandi Occasioni e preparo il cavallo di battaglia del momento: gnocchi di patate fatti in casa al pomodoro piccante. Sul carrello portavivande che ci seguirà fin sul terrazzo metto tutto quello che ci serve per fare le amiche a cui non manca nulla per sentirsi le donne più fortunate del mondo: stuzzichini iniziali, vino bianco fresco, formaggio, verdura e il gatto (innamorato dell’oggetto in quanto semovente). Accendo candele come se attendessi un fidanzato. Metto il jazz più caldo che ho. Abbasso le luci. Per celare la polvere.
All’arrivo, lei porta in dono tanta voglia di chiacchierare e una vaschetta di gelato allo jogurt con quattro barattolini di balocchi da aggiungerci dentro: fragoline in brodetto, trito di noccioline, cioccolato e gianduia liquidi.
Il gatto s’intrufola muto tra i nostri discorsi, che vanno da quant’è difficile andare d’accordo con le mamme a quant’è bello essere grandi consapevoli e contente.
La notte ci sorprende così, stanchissime ma felici di esserci scelte fra tanti, tanto tempo fa.

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>