In alternativa

Pubblicato il 19 aprile 2012 da admin

Lezione di Storia.
“Ragazzi, ho preparato per voi, con le mie manine d’oro, una serie di appunti, notizie e documenti relativi all’ultimo argomento di quest’anno, le scoperte geografiche del Quindicesimo secolo. Guardate qua che roba sopraffina.”
“Ma la ‘un c’ha mai nulla di meglio da fare, lei, profe?”
“Come ti permetti, insolente, dovresti baciare le mattonelle su cui cammino: questi appunti li ho preparati per voi questa mattina, alzandomi alle otto nonostante entrassi alle undici.”
“Appunto: perché non è rimasta a letto col su’ omo?”
“Perché il mi’ omo come lo chiami tu alle sette e mezzo esce di casa per andare a lavorare.”
“La poteva ridormire fino alle dieci e mezzo.”
“Ormai il sonno m’era passato.”
“La poteva fare una bella colazione.”
“L’ho fatta, ma in dieci minuti era bell’e finita.”
“La poteva giocare insieme al gatto.”
“Stava ancora dormendo.”
“E allora la poteva fare un salto dalla parrucchiera a farsi fare un colore più bellino di codesto.”

M’è toccato soccombere.

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>