Appena in tempo

Pubblicato il 17 giugno 2012 da admin

Il mio oroscopo di oggi, letto su Io Donna del Corriere della Sera, dice che l’estate è arrivata e che io, “sguardo luminoso e viso sorridente” (?!), ne sono il ritratto perfetto. Povero oroscopo. Io detesto l’estate, aborro il caldo e l’arsura di quelle giornale infinite passate ad aspettare che il sole tramonti e il respiro ritorni. Odio i saluti e gli arrivederci a settembre, la bramosia di partenze obbligate, il dovere di divertirsi. Le magliette sudaticce, i piedi appiccicosi, la nudità coatta, il carnaio marino. La mia città che si fa soffocante, la gente che mi piace che sparisce, l’attesa del ritorno di un tempo in cui coprirsi, incontrarsi, impegnarsi. D’estate l’essere umano torna bestiale, belluino, primitivo: beve, s’infradicia, s’ignuda o al massimo indossa pinocchietti e s’infila le ciabatte ai piedi. L’inverno è così dignitoso, camicie maglioni e cappotti, calze tacchi alti e sciarpe.
Riesco appena in tempo a levare le tende e partire: da domani suderò a Grosseto in una scuola dove sono commissario esterno alla maturità, ma respirerò -di sera- nella casa immersa nel verde e nel vento dove spero che i pensieri pesanti come afa e melma venga un bel maestrale a portarseli via.

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>