Evoluzionismi e domande scomode

Pubblicato il 25 settembre 2012 da admin

In preparazione ai “Colloqui Fiorentini” quest’anno dedicati a Verga, oggi lezione su Positivismo, Auguste Comte, Hyppolite Taine e Charles Darwin.
“Proprio lui, quello della teoria dell’evoluzione”.
Da lì a fantasticare su quelle che potrebbero essere le trasformazioni fisiche dell’essere umano nei futuri millenni, il passo è stato breve (e scivoloso).
“Chissà, a furia di usarlo per gli aggeggi elettronici, l’uomo del futuro potrebbe ritrovarsi a nascere con un dito indice destro molto più sviluppato di quello che ha ora.”
“Davvero profe? E allora perché adesso quello più sviluppato è il dito medio?”

A volte te le tirano fuori dalla bocca.

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>