Teodora e Giustiniano (parte II)

Pubblicato il 26 marzo 2009 da admin

“Maremma che scorfano l’era questa donna… la ‘un si pole guardare”.

“CHI HA PARLATO?”.

“Io profe, ma parlavo di un argomento di storia”.

“In realtà spettegolavi ancora sulla povera Teodora: ma che mi sei andato in fissa?”.

“O profe, ma che l’ha vista bene? Guardi come l’era brutta. Come faceva una donna brutta a questo modo a fare la ballerina? Ma d’icché s’era innamorato Giustiniano?”.

“Devi tenere conto di alcuni fattori: prima di tutto quello che osservi è un mosaico, con tutti i limiti di fedeltà figurativa che ne conseguono. Secondo, i canoni estetici cambiano radicalmente nei diversi periodi della storia e quella che oggi per te è una ragazza bellissima per un ragazzo del Tremila potrebbe essere inguardabile”.

“E ho capito profe, ma questa la c’ha anche i baffi”.

“I baffi?! Ma dai, non esagerare”.

“Profe, dico sul serio: guardi lei stessa!”.

Aveva sbagliato figurina e quello che guardava da tre giorni era Giustiniano.

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>