La collega bloggeressa

Pubblicato il 2 febbraio 2013 da admin

Solo da pochi giorni ho scoperto che nella scuola dove insegno si aggira una donna che mi è collega in due attività: quella di insegnante e quella di blogger.
E’ arrivata a settembre e lo ha fatto con elegante discrezione. Piccina come un bigné e colorata come un campo di fiori a primavera, risponde a un nome che mette l’allegria addosso anche a chi s’è alzato con l’umore storto: Gaia.
Gaia insegna Fisica, è sposata, è mamma, ed è celiaca.
Lo scoprì un giorno di qualche tempo fa e sul momento non ci rimase tanto bene.
Ma la sua capacità di reazione e la sua energia vitale sono tali, che trasformò subito quel limite alimentare in una risorsa esistenziale: c’era da darsi da fare, da mettersi in gioco e da arrotolarsi le maniche, e lei pare nata apposta per questo.
Imparò a cucinare molti piatti che le garantissero un’alimentazione gaudiosa oltre che compatibile con il suo problema, stabilì contatti e gemellaggi con i suoi simili diffusi in tutta Italia e aprì un blog dove condividere scoperte, ricette e stati d’animo.
Oggi quel blog è un punto di riferimento quotidiano per i celiaci e anche per chi non lo è ma apprezza la scrittura e le trovate di questa professoressa che, pur insegnando una materia scientifica, non assume il miope atteggiamento di certi suoi colleghi che, in quanto dediti alla scienza, si sentono autorizzati a non saper mettere due parole in fila. Gaia, oltre che padroneggiare l’elettronica, avere una fantasia creativa, insegnare con passione ed essere (per questo) molto amata dai suoi studenti, scrive proprio bene: vale la pena leggerla sulle pagine del suo sito, su quelle on-line di D di Repubblica, che la ospita, e sul cartaceo di tante riviste specializzate che le hanno dato lo spazio che merita.

Comments are closed.