Due biondi sul palco del Verdi

Pubblicato il 13 settembre 2013 da admin

Ieri sera a Firenze non c’era solo la Vogue Night (che non era per nulla ma per nulla male). E non c’era solo un grande flash-mob contro la violenza perpetrata ai danni delle donne (che non era per nulla ma per nulla facile).
Ieri sera a Firenze c’era anche (direi soprattutto) David Byrne.
Si esibiva al Teatro Verdi con un ottetto di fiati e con la biondissima (ossigenata come lui, anche se sinceramente sta meglio mora) Annie Clark, in arte St.Vincent.
Una donna minuta ma di un erotismo spaventoso.
Una bomba di femminilità collegata a una chitarra elettrica.
Il concerto, come tutti quelli che propone l’ex Talking Heads, uno spettacolo da ascoltare ma prima ancora da guardare: i fiati non hanno requie e non fanno che andare avanti e indietro sopra il palco, improvvisano girotondi e scendono perfino in mezzo al pubblico della platea. La bionda è coreografica e magnifica per natura. E Byrne non si fa problemi a mettersi disteso cantando supino.
Umili e generosi.
Travolgenti e positivi.
Impalpabili e densi di valore.
Il concerto dell’anno.
Dopo Nada, chiaro.

Comments are closed.