Alive and kicking

Pubblicato il 24 gennaio 2014 da antonella landi

Il mio vero rientro a scuola è avvenuto tre giorni fa.
Cioè, ero già rientrata. Ma per riavermi dall’impatto fisico-emotivo di due mesi e mezzo d’assenza coatta dalla scuola ci è voluta l’influenza. Una bella influenzona di moccichi e catarri che mi ha costretta al silenzio, mi ha ricordato che il mio corpo è ancora fragile e che devo seguitare a dare la priorità a lui, ignorato, relegato in un angoluccio e messo a tacere troppo a lungo.
Superato il mutismo da afasia, però, il rientro è stato portentoso.
Ho rifatto lezione con inattesa energia. Con insperata gioia.
Ho preso in mano i programmi delle mie due bravissime supplenti (che saluto, ciao Bea, ciao Roby!) e da lì sono ripartita.
Ho apprezzato la visione quotidiana di tutti i miei colleghi.
Ho riso delle cazzate che tirano i miei alunni, ritrovati più belli ancora di come li avevo lasciati.
Mi sento viva.
Viva e calciante, come la canzone che svatto a tutto foco e con cui copro il tragitto casa-scuola alle sette e mezzo del mattino, quando il cielo è ancora scuro, quando i lampioni sono ancora accesi, quando le edicole iniziano ad aprire, quando una nuova giornata comincia per le persone che finalmente stanno bene.

Comments are closed.