Mi sono fidanzata

Pubblicato il 9 settembre 2015 da antonella landi

“Profe! Mi sono fidanzata!”

Me lo dice così, spalancando i suoi occhi da cartone animato giapponese, l’aria buffa e incredula da bimba che ha ricevuto un regalo che non si aspettava, molto più grande di quello che sperava.
Me lo dice a casa mia, seduta al tavolo in cucina, i capelli biondi e lunghi, gli shorts una maglietta e due adidas bianche e nere ai piedi, l’abbronzatura dell’estate addosso, l’espressione rigenerata di chi per due mesi non ha letto neanche uno dei sei libri assegnati per le vacanze.

“Raccontami i dettagli! Com’è andata di preciso?”
“Eh. E’ andata che, tipo, io ero a casa. Tranquilla, con mia mamma e la gattina, a farmi gli affari miei. Suona il campanello. Tipo era lui. Mi fa: scendi. Allora io, tipo, scendo e me lo vedo davanti, tipo così, con un mazzo di rose.”
“UN MAZZO DI ROSE?!”
“Profe glielo giuro. Un mazzo di rose.”
“E TU????”
“E io faccio una faccia tipo a metà tra il rognoso e l’incazzato, un po’ musona, sa profe, tipo quelle facce che faccio in classe quando ho la giornata storta.”
“E LUI?”
“E lui niente, fa, tipo: madonna che faccia.”
“E TU?”
“E io tipo vedo le rose e gli faccio: o queste?!”
“E LUI????”
“E lui profe. Lui bellissimo. Mi fa. Tipo. Queste sono per dirti che, se vuoi, da adesso facciamo sul serio.”

Dalla gioia che provo nell’ascoltare questo racconto è (tipo) come se mi fossi fidanzata anch’io.

Comments are closed.