Si passa a i’ curturale

Pubblicato il 23 settembre 2009 da admin

Poiché in Oriente lasciai il cuore e nel cortile delle “Vie di fuga” trascorsi indimenticabili estati, ieri sera mi sono fatta convincere ad uscire dall’isolamento cosmico, fiero e meditativo in cui mi rintano da quando Firenze propone talmente poco da farmi preferire di gran lunga una serata in compagnia del gatto e del fidanzato a dissertare sui tre temi del momento (com’è caduca l’esistenza, com’è incommentabile Berlusconi e com’è debole la Fiorentina) e ho accettato di visitare “Estremi Orienti”, una rassegna di spettacoli, video, film e installazioni messa insieme nel complesso architettonico delle ex Murate.

Noto però con amaro rammarico che la mia città d’estate lascia tutti (turisti e residenti) a bocca asciutta, a rimpiangere i concerti prestigiosi e gratuiti all’Anfiteatro delle Cascine, il jazz raffinato e le letture colte alle Rime Rampanti, il ballo caraibico al Teatro dell’Acqua, le serate elegantemente alcoliche al Lidò, quelle sgarrupate e fricchettone, compagnone e teatrali in Santo Spirito, il cinema d’essai al Forte Belvedere.

E inaugura l’autunno con una mostra-burla che espone quattro bulbi di non so quali piante sedicenti esotiche, semina per terra dieci fogliolini fotocopiati in casa con aforismi giapponesi e trasmette un video vietnamita in bianchennero proiettandolo su due schermucci dall’audio pessimo, di fronte ai quali nessuno degli organizzatori si è ricordato di collocare uno straccio di seduta per i bischeri presenti.

L’iniziativa, sbandierata anche sui quotidiani, è realizzata in collaborazione con le ambasciate di Vietnam, Corea e Giappone, con il Centro Studi Vietnamiti di Torino, con l’Institut Francais de Florence, con l’Università degli Studi di Firenze, con la Mediateca Toscana, con l’Associazione Firenze Teatri e con il contributo di Regione Toscana, Provincia di Firenze, Comune di Firenze e Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

Possibile che tutta questa gente pigiata insieme non sia stata capace di partorire un’offerta che assomigliasse meno a una presa di culo?

Possibile.

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>