Il fiore petaloso

Pubblicato il 25 febbraio 2016 da antonella landi

La maestra di una scuola elementare di Ferrara ha assegnato un esercizio ai suoi alunni: scrivi due aggettivi per ogni nome.
Matteo ha scritto: gatto leggero piccolo, casa grande bella, biro blu grossa, fiore profumato petaloso.
Petaloso, fino a quel momento, non esisteva.
Ma nel giudizio a fine pagina, pur segnandolo di rosso, la maestra lo ha definito “errore bello” e lo ha segnalato all’Accademia della Crusca, che immediatamente ha capito il valore estetico, semantico e comunicativo dell’aggettivo e lo ha inserito tra i neologismi adottabili perché coerenti e comprensibili da tutti. Insomma belli.

Potrei scrivere un vocabolario intero con i neologismi buffi, originali, fantasiosi, assurdi e bellissimi dei miei studenti.
Forse lo farò.
Sai contenta la Crusca.

Comments are closed.