Gemellaggio di classe

Pubblicato il 14 aprile 2016 da antonella landi

“Profe! Ma insomma, come sono i suoi nuovi studenti dell’Artistico?”
“Artistici.”
“Ma sono anche simpatici?”
“Molto.”
“E belli?”
“Bellissimi.”
“Ma il Cece, il Cece… com’è?”
“Il Cece è fantastico: intelligente, acuto, sensibile.”
“Ma è fidanzato?”
“Ancora no. Io tento di combinare con La Bionda, ma loro titubano.”
“Profe, ma all’inizio dell’anno non aveva detto che voleva darlo a me?!”
“Certo Pùgia, vieni a trovarmi nella nuova scuola così te lo presento.”
“Profe, e Vladimiro? Troppo buffo Vladimiro! Ma qual è il suo vero nome?”
“Il suo vero nome è ***, anche lui è buffo come il Cece, ed è biondissimo, porta sempre il cappellino, è il più alto della classe.”
“Profe! Io il suo Cocchino lo conosco! Faceva un corso di teatro insieme a me!”
“Il Cocchino è il top: ora è un po’ stanchino e non vede l’ora che la scuola finisca, ma nelle mie materie ha navigato tutto l’anno tra il 9 e il 10, è bravo, serio e scrive benissimo.”
“E poi chi c’è?”
“Ce ne sono tanti e sono tutti interessanti.”
“Ma allora organizzi qualcosa per tutti noi, un gemellaggio di classe!”

Idea: picnic di primavera.
Luogo: parco della Pace in cui sorge la mia scuola.
Partecipanti: studenti ed ex studenti.
Scopo: favorire la comunicazione fra pari agevolando i contatti tra ordini di scuola differenti.
Data: da concordare.

Domani ne parlo a quei piacioni.

Comments are closed.