La barista

Pubblicato il 28 ottobre 2017 da antonella landi

In quinta facciamo la prima verifica in classe sulle tipologie della prova d’esame. Una specie di simulazione tra di noi, in cui però cerchiamo di attenerci il più possibile a quelle che saranno le regole di giugno: banchi separati, silenzio assoluto, niente pausa cicchino, uscite al bagno solo se veramente indispensabile.
“Ma come, non ci manda fuori nemmeno a prendere un caffè?”
“Preferisco andarvici io.”
“Per me un espresso.”
“Per me un macchiato.”
“Due.”
“Per me un caffè lungo senza zucchero.”
“Io vorrei una bottiglietta d’acqua naturale.”
“Io con gas per favore.”
“A me una cioccolata calda.”

E insomma m’è toccato procurarmi un vassoio improvvisato utilizzando un cartellone in legno e girare per la scuola che sembravo una barista.

Comments are closed.