Preparativi

Pubblicato il 12 aprile 2018 da antonella landi

“Ragazze! Dobbiamo stabilire l’outfit per la gita” dico alle mie studentesse stamattina.
Facevano la simulazione della seconda prova di maturità, ma la questione che andavo sollevando era certamente più importante.
“Un paio di jeans, qualche leggings…”
“… qualche maglioncino di lana e di cotone…”
“… un giubbotto leggero, ché tanto mette bello…”
“… e scarpe da ginnastica.”
“Io i Doctor Marteens.”
“Io anche qualche vestitino.”
“Per la sera?”
“Sì, ma anche per il giorno.”
“Ma che vi portate anche i tacchi?!”
“Sie profe. A parte non ci sappiamo camminare, ma poi vogliamo stare comode. Anfibi!”
“Ah, ecco, brave. E poi mutande e calzini di ricambio, giusto? Quanti?”
“Almeno un paio al giorno per ciascuno.”
“Sì, e per il beauty compriamo tutto lì.”
“Benissimo, sono perfettamente d’accordo con voi: mi allineo!”

Improvvisamente spunta il Cece: “Professoressa, ha letto l’ultima circolare? Non si parte più alle tre di notte, ma alle due e mezzo. A questo punto io mi chiedo: perché andare a dormire? Non ha senso. Propongo quindi di fare seratona tutti insieme per locali, andiamo a strabere, così poi saliamo in pullman e ci addormentiamo secchi fino a Bergamo. Si allinea anche su questo, spero.”

Comments are closed.